Su questo sito abbiamo parlato spesso di lavoro e oggi parliamo di un argomento importante, le dimissioni.

Le dimissioni sono un diritto di tutti i lavoratori dipendenti.
Si tratta di uno strumento importante, tramite cui è possibila interrompere il proprio rapporto di lavoro con l’azienda.
Per dare le dimissioni è però necessario rispettare alcune regole.

Il primo elemento da considerare è il preavviso.
Le dimissioni devono essere comunicate all’azienda con un determinato preavviso.
Il periodo di tempo cambia a seconda del contratto di lavoro e dal tempo per cui si lavora per l’azienda.
Si tratta di un elemento molto importante, l’azienda può infatti chiedere un indennizzo se non si rispetta il preavviso.
Consigliamo di leggere questa guida sulle dimissioni senza preavviso pubblicata sul sito Letteradidimissioni.net per maggiori informazioni su questo argomento.

Esiste comunque un’eccezione, quella delle dimissioni per giusta causa.
In alcuni casi, previsti dalla legge, è infatti possibile dare le dimissioni in modo immediato.
Se non si rientra in questi casi e non si può rispettare il tempo di preavviso, il consiglio è quello di trovare un accordo con l’azienda, in modo da evitare sanzioni.

Il secondo elemento da considerare è che le dimissioni devono essere date per scritto.
Bisogna quindi scrivere una lettera di dimisioni e inviarla alla propia azienda tramite raccomandata.

La lettera di dimissioni è molto semplice da scrivere.
Basta indicare la propria intenzione di lasciare il lavoro e specificare quale sarà l’ultimo giorno in azienda.
Non è invece necessario spiegare per quali motivi si lascia il lavoro.

Il consiglio è quello di utilizzare sempre un tono gentile in questo tipo di lettera. Mantenere buoni rapporti con l’aziende può infatti essere molto importante.

Dare le dimissioni è quindi semplice ma è importante rispettare la procedura prevista.