La rivolta degli immigrati di Rosarno sta lasciando il segno nei rapporti internazionali dell’Italia. E’ intervenuto sul tema infatti il ministro degli Esteri dell’Egitto Aboul Gheit, invitando il Governo italiano a «prendere le misure necessarie per la protezione delle minoranze e degli immigrati» e chiedendo la solidarietà e il supporto della comunità internazionale per evitare la ripetizione di episodi del genere.

Nelle parole di Gheit, in Italia gli immigrati e le minoranze arabe e musulmane si ritrovano vittime di una campagna di aggressione, di episodi razzisti e violenze. Il comunicato inviato dal Ministro egiziano degli Esteri porta avanti una critica delle «condizioni di detenzione» a cui sono stati sottoposti gli immigrati presso i quali è scoppiata la rivolta, la «violazione dei diritti economici e sociali e la pratica delle espulsioni coatte».

Il messaggio di Gheit arriva alla vigilia dell’incontro di sabato con il ministro italiano degli Esteri, Franco Frattini.