Domani 27 gennaio sarà per tutta Italia  il giorno della Memoria, in ricordo delle tantissime vittime dell’olocausto Nazista.
Il paese intero si prepara a celebrare nel migliore dei modi la ricorrenza, riconosciuta per legge sin dal 2000, con conferenze, incontri e ogni sorta di evento in grado di porre l’accento su questo pezzo del nostro passato di europei, una parentesi tragica con cui non non siamo ancora in grado di rapportarci serenamente. Vediamo com’è, ad oggi, parte del programma nelle grandi città.

ROMA: al Quirinale il presidente Napolitano premierà gli alunni delle scuole medie superiori per il miglior tema sulla Shoah.

  • Alle ore 20, nel Tempio maggiore di Roma, incontro con i sopravvissuti ai campi di concentramento nazisti intitolato “Testimoni della memoria. Il dono del racconto”, condotto da Marcello Pezzetti, direttore del futuro Museo della Shoah di Roma.
  • Piazza Esquilino –  Manifestazione in memoria dello sterminio dei zingari
  • Palazzo Marini, Sala delle Colonne – “MAI PIU’? Chi progetta lo sterminio degli ebrei oggi” evento promosso da Fiamma Nirenstein

MILANO: Il 27 gennaio sarà proiettata la nuova versione sottotitolata in Inglese del film “Fratelli d’Italia?” , per
ulteriori  informazioni consultare www.lager.it

  • Dibattito “Negazione e Negazionismo” presso la Casa della Cultura di Via Borgogna n. 3 a Milano, ingresso libero fino a esaurimento posti.
  • La figlia del deportato Ferdinando Valletti presenta il suo libro “Deportato I 57633 Voglia di non morire”, presso l’istituto Lagrange Brera di Via Litta Modigani.
  • Concerto-Conferenza  presso la Sala Verdi del Conservatorio, ore 11.30), con l’intervento della storica Liliana Picciotto (Fondazione Cded) e di Rav. Laras, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Milano e Presidente Onorario dell’Ass. Figli della Shoah.

TORINO: celebrazione ufficiale della Città che si terrà alle ore 11 nella Sala Rossa di Palazzo Civico.

  • La memoria della Shoah nei lavori di allieve e allievi dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino
  • Dal 14 gennaio al 20 febbraio 2011
  • reading collettivo del libro “Se questo e’ un uomo” di Primo Levi presso Aula Magna della Facoltà di Chimica
    dell’Università di Torino

    E la lista potrebbe continuare. Anche alcune città turistiche, nonostante la bassa stagione, hanno organizzato appuntamenti ad hoc (ad esempio ad Ischia presso la locale Biblioteca Antoniana è stata promossa un’intera giornata di incontri a tema), mentre in altre grandi città come Napoli e Genova ci si è concentrati in modo imponente sul coinvolgimento delle scuole, essendo i giovani i primi destinatari del ricordo da perseverare.
    Per non dimenticare.