Chi cucina spesso sa bene che avere la casa impregnata dell’odore del cavolfiore può essere molto fastidioso. Anche se non è semplice rimuovere l’odore di cavolfiore, questa guida ha lo scopo di spiegare come togliere efficacemente questo olezzo.

Se non sopporti di avere la casa impregnata dell’odore del cavolfiore ma ti piace questa verdura e non vuoi rinunciare a cucinarla e a mangiarla procurati queste cose: mezzo limone, un po’ di mollica di pane e una bottiglia di aceto bianco. Se devi comprare appositamente l’aceto bianco perchè non è tua prassi utilizzarlo, sappi che si presta a molteplici utilizzi: per le pulizie di casa e per realizzare prodotti casalinghi per la bellezza dei capelli, ad esempio.

Prendi il tuo mezzo limone e taglialo a spicchi non troppo grossi, quindi mettili direttamente nella pentola in cui cuoci il tuo cavolfiore. Lascia gli spicchi di limone nella pentola per tutta la durata della cottura del tuo cavolfiore: il limone ha il potente effetto di contrastare gli odori forti come quello del cavolfiore.

In alternativa procedi in questo modo: prendi la mollica del pane che ti sei procurato e un bicchiere di aceto bianco. Quindi imbevi la mollica del pane nell’aceto bianco e segui lo stesso procedimento che hai seguito per gli spicchi di limone: versala direttamente nella pentola di cottura del cavolfiore e lasciala cuocere insieme alla tua verdura.