Risulta essere il dolce che si faceva quando la bilancia dosa ingredienti non faceva ancora capolino nelle famiglie. Per sopperire a questo inconveniente, esse erano solite dosare con barattoli di marmellata. Per la cottura preferivano la cocotte, un contenitore classico che si usa nella cucina francese. E’ di forma rotonda o ovale, con pareti molto spesse e utilizza un coperchio per la cottura in forno.

Occorrente
4 mele renette, 1 limone, 4 uova, 2 bicchieri di zucchero 3 di farina, 1 bicchiere di panna, 1 bustina di lievito, burro e zucchero velo

Sbuccia le mele, eliminando il torsolo. Se hai l’apposito attrezzo, ti sarà molto più facile farlo. Cerca di affettarle molto fini, per poi ricompattarle una vicina all’altra, dando ad esse la forma originaria di mele. Irrorale col succo del limone. Prepara una terrina e in essa metti lo zucchero e le uova che avrai aperte. Servendoti di una frusta, sbatti il tutto.

Il composto dovrà schiarirsi e quando sollevi la frusta dovrà presentarsi come se fosse un nastro filante. Lentamente, a pioggia, incorpora la farina, aggiungi la panna e il lievito. Prendi la cocotte. Se non ne sei fornita, puoi provvedere a comprarla recandoti in un centro commerciale. Si trovano un po’ dappertutto. Disponi nella cocotte le fettine di mele che hai compattato e sistemale a uguale distanza le une dalle altre. Ricoprile con l’impasto approntato.

Accendi il forno a 190 gradi e fallo preriscarldare. Successivamente prendi il tuo dolce alle mele e mettilo nella cocotte, incoperchiando bene. Così preparato, lo infili nel forno per circa 1 ora. A cottura avvenuta, lascialo raffreddare senza togliere ancora il coperchio. Prima di servirlo ai commensali, cospargilo con zucchero a velo.