Ottima ricetta per la preparazione di un primo piatto tipico di trento, ottimo per i tuoi pranzi domenicali, ma anche per una cenetta tra amici ti permetterà di fare un figurone senza dover essere un grande cuoco. Per la preparazione e la cottura vi occorreranno 2 ore e 15 minuti, il tutto per 4 persone.

Occorrente
Per la pasta:
400 g di farina bianca
2 uova
Sale
Per il ripieno:
400 g di carne arrostita o lessata (pollo, vitello, manzo, maiale)
100 g di prosciutto crudo
50 g di burro
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo
2 uova
2 cucchiaiate di pane grattuggiato
Pepe
Sale
Per il condimento:
100 g di burro
7 cucchiaiate di formaggio grana

Prepara il ripieno. Monda, lava e trita finissimo il prezzemolo. Monda e lava la cipolla, tagliala a fettine sottili e mettila in un largo tegame (dovranno starvi poi anche le carni); unisci il burro e lasciala rosolare su fuoco moderato fino a quando si è appassita. Nel frattempo trita tutta la carne e il prosciutto e uniscili, insieme con il prezzemolo, alla cipolla. Mescola e lascia insaporire per una decina di minuti mescolando spesso.

Inumidisci il pane grattugiato in poca acqua. Versa tutto quanto si trova nel tegame in un mortaio, unisci il pane grattugiato e pesta bene. Versa il ricavato in una terrina e incorporaci le uova, un pizzico di pepe e il sale necessario. Prepara i ravioli. Impasta la farina con le uova, un pizzico di sale e poca acqua fino a quando l’impasto è morbido e omogeneo. Stendi la sfoglia sul piano di lavoro infarinato e distribuisci il ripieno su metà sfoglia formando tanti mucchietti equidistanti.

Ricopri con l’altra mezza sfoglia, premendo con le dita intorno al ripieno per saldare la pasta e ritaglia con la rotella dentata dei ravioli a forma semicircolare. Falli asciugare per qualche minuto prima di cuocerli. Lessa i ravioli in abbondante acqua salata in ebollizione. Nel frattempo scalda il burro in un tegamino finché prende colore. Scola i ravioli e condiscili con il burro fuso e il formaggio grana.