Molta gente soprattutto in questi periodi di crisi economica, cerca di sopravvivere con l’inganno cercando di fregare il prossimo per soddisfare i propri bisogni. Facendo un pò di attenzione possiamo salvaguardarci da chi ci vuole fregare e ingannare.

Purtroppo, come le banconote di carta, ormai ampiamente falsificate, anche le monete, nonostante i tagli irrisori, vengono falsificate e messe in commercio per consentirne il riciclo. Riconoscere una moneta vera da una falsa non è molto facile, ma se ci facciamo attenzione scopriamo le differenze che non sono tanto evidenti.

Per prima cosa il colore del metallo che non deve essere differente da quello che conosciamo per ogni moneta. Successivamente lo spessore e la zigrinatura presente sul bordo delle monete vere che risulta difficile da contraffare, infatti se osservate una moneta falsa, spesso non presenta affatto segni zigrinati sul bordo circolare, ma dei tentativi spesso non riusciti. Se le monete sono antiche, può essere utile verificare le caratteristiche che devono avere su questo sito.

Altra cosa che personalmente ritengo più efficace è la perfezione del conio quindi della forma della moneta. Di questo ce ne possiamo accorgere facilmente in un modo: gettiamo dall’alto la moneta a terra o sopra un tavolo perfettamente piano. Se la moneta comincia a ballare e a girare diverse volte prima di poggiarsi sul tavolo è falsa, diversamente se appena lanciata tende a posizionarsi subito sulla base del tavolo allora è vera. Questo perché se la moneta è falsa non è coniata perfettamente tonda e con peso distribuito in modo uniforme, al contrario di quella uscita dalla zecca dello stato che è perfetta.