La Norvegia è uno dei Paesi nordici con la più bassa densità abitativa e con una maggioranza di aree occupate che sono quelle piccole e di periferia. Nonostante tutto, il turista che vi arriva cerca vivacità, paesaggi spettacolari, ma anche relax e divertimento. Tutto questo si può trovare, iniziando con la visita di Oslo, che vanta una splendida posizione geografica ed innumerevoli ristoranti, caffè e musei.

Chi ha la possibilità di spostarsi e delle ferie prolungate, può dare una occhiata pure a Trondheim, con la sua interessante Cattedrale e il centro storico caratteristico, ma anche al porto di Bergen, vera porta di ingresso dei fiordi della costa occidentale.

Chi ama la modernità e la confusione, entro i limiti ovviamente, può decidere di spostarsi verso Stavanger nel sud-ovest e carina, infine, è pure Tromso a settentrione. Tutte queste città si possono girare a piedi, anche se l’inverno alle porte annuncia un grande freddo in tutto il Paese. Quello che colpisce della Norvegia è, soprattutto, lo spettacolo della natura che qui trova un livello di armonia assoluta. Ognuno di tali luoghi, inoltre, può essere scelto come base per lunghe e piacevoli gite che prevedono l’utilizzo di treni, pullman o traghetti. Del resto il sistema di trasporti pubblici norvegese vanta buoni collegamenti e può far arrivare il visitatore, praticamente ovunque.

A livello regionale, invece, richiama molto turismo la parte dei fiordi occidentali e, in questo caso, l’esplorazione può avere inizio partendo da Bergen o Andalsnes, entrambe collegate a Oslo tramite la ferrovia. Non meno belli sono i limitrofi e pittoreschi villaggi che si trovano lungo le sponda, come Mundal e Balestrand. In questa regione arrivano pure molti escursionisti, per attraversare la fitta rete di sentieri, vallate, montagne e verdeggianti colline, punteggiate da rifugi.