Bora Aksu è un giovane stilista di origine turca e che attualmente vive a Londra.

La donna che Aksu vuole rappresentazione sulla passerella nella Collezione Primavera Estate 2012 è una donna molto femminile, che ha una personalità ricca di sfumature e sicuramente non ha timore di svelare il suo lato romantico e forse un po’ complicato.

Molte le trasparenze e le costruzioni architettoniche dell’abito, con una serie di applicazioni e di tagli che danno un grande effetto di movimento. Le stoffe lasciano intravvedere e non mostrano del tutto mentre l’abito circonda il corpo e lo fascia in modo assoluto.

Gli abiti riportano alla mente i corpetti o le sottane che costituivano nel passato gli indumenti intimi per eccellenza. Mentre la gonna, lunga fino ai piedi, piena di ruches e sovrastata da un velo trasparente potrebbe essere stata ricavata da un abito da sposa della nonna.

Il colore compie il miracolo di continuare ad illuminare in modo costante: il bellissimo turchese delle applicazioni va a dare forma alla base color carne o color nero dell’abito corto. Di nuovo torna il concetto di un’espressione dell’intimo da indossare. Le geometrie si accentuano nelle proposte in nero che consentono di giocare con i tagli senza stancare, come vediamo nel tailleur con la gonna con applicazioni floreali di stoffa e la giacchina costruita in modo tale da regalare una forma in estremo movimento.