Per migliorare sensibilmente le operazioni di trasferimento e copia di ogni tipologia di file, sono stati rilasciati software specifici ognuno dei quali con funzionalità e caratteristiche particolari.

Uno dei più rinomati è TeraCopy, dotato di tutto ciò che è necessario per copiare i file nel disco rigido. L’interfaccia è disponibile anche in lingua italiana, supporta la modalità drag and drop ed è suddivisa in due parti: quella superiore per selezionare i file da gestire, quella inferiore che indica lo stato delle operazioni in corso.

TeraCopy è particolarmente indicato quando nel pc sono in esecuzione altri programmi che consumano parecchie risorse di sistema, in quanto è possibileinterrompere le fasi di copia per riprenderle in un secondo momento.

Anche nel caso potenziale di errore di determinati file, TeraCopy cercherà di correggere il problema e nei casi estremi passa all’elemento successivo da copiare o trasferire.

Completamente integrato allo Shell di Windows, TeraCopy supporta la gestione multipla di file sostituendosi pienamente alle funzioni native di Windows per copiare e spostare i file.

Anche se è considerato un ottimo programma, tuttavia TeraCopy presenta diverse lacune che in molti casi costituiscono un vero e proprio limite per ottimizzare il processo di copia dei file in Windows.

I punti deboli di TeraCopy sono

non possibilità di riordinare i file in coda
non possibilità di cancellare i file in coda
nessun controllo della velocità di copia dei file
assenza del buffer per il controllo delle dimensioni
nessuna funzione di filtraggio.

Per rimediare a queste carenze, ho individuato altri due software molto potenti e semplici da usare.

FastCopy
La caratteristica di spicco di questo programma è il modo diverso di lavorare i file in base alla sorgente in cui sono memorizzati. Nel caso che i file siano collocati nel medesimo disco rigido, la lettura avviene fino a quando il buffer è completato e la relativa scrittura parte nello stesso momento per tutti i file processati. Se i file sono in dischi differenti, ogni file viene processato singolarmente in parallelo ed in modo indipendente.

L’uso del software è semplice. Per copiare o trasferire i file si accede al pannello di controllo, si seleziona la cartella di origine e quella di destinazione. Anche in questo cosa vi è il supporto del drag and drop.

Caratteristiche in rilievo:

controllo della velocità di copiatura
possibilità di ignorare gli errori durante la fase di scrittura
stream alternativo per partizioni NTFS
filtri di controllo base per includere o escludere file in base alla data o le dimensioni.

SuperCopier 
SuperCopier è perfettamente integrato con lo shell di Windows. Quello che mi piace in quest’applicazione è la funzione di avvio automatico quando si copia e incolla un file usando la combinazione predefinita dei tasti Ctrl + C e Ctrl + V o le varie scorciatoie del menù contestuale.

L’icona del programma è attiva anche nella barra di sistema per consentire un controllo più rapido quando si copia o si sposta un file.

Caratteristiche del software:

possibilità di mettere in pausa e di riprendere le operazioni
possibilità di configurare la destinazione di default per tutti i processi di copia e spostamento
configurazione delle dimensioni del buffer
possibilità di gestire i file in coda, modificandoli
controllo della velocità di esecuzione
possibilità di salvare i file in coda per essere lavorati successivamente

Nelle piccole operazioni di tutti i giorni, ossia nel caso di file di piccole dimensioni probabilmente può sembrare inutile l’impiego di questa tipologia di programmi, tuttavia se si copiano numerosi file specie dall’hard disk esterno o dalla pendrive, l’uso di queste applicazioni diventa una operazione indispensabile.