Nel 2012 sono cambiati i requisiti per l’indennità di disoccupazione ordinaria e per quella con requisiti ridotti. In questo periodo dove si perde il lavoro più facilmente, risulta ancor più facile perdersi nella burocrazia.

Per questo vediamo oggi quali sono i documenti da presentare per richiedere i due tipi di sussidi e quali sono le differenze.

Disoccupazione ordinaria. Si percepisce il 60% calcolato sulle ultime tre mensilità per un periodo variabile da tre mesi ad un anno. La percentuale scende a lungo andare, fino ad arrivare al 40% per chi richiede per un anno, ne hanno diritto solo i soggetti dai 50 anni in su.

La domanda, scaricabile dal sito dell’Inps, va consegnata completa dei documenti richiesti entro 68 giorni dal termine del rapporto di lavoro e non può essere richiesta per dimissioni, se non per motivi di stalking o di gravi eventi.

Disoccupazione con requisiti ridotti. Può essere richiesta con lavori atipici che abbiano i contributi all’Inps almeno per 78 giorni su due anni di lavoro. In questo caso il termine scade il 31 Marzo. Questo tipo di sussidio per la  disoccupazione vale anche per i lavoratori agricoli. Per informazioni rivolgetevi al sito Inps.