Berlusconi rivede Veronica – Erano passati ormai 9 mesi dall’ultima volta che il premier Silvio Berlusconi e la sua ex moglie Veronica si erano visti, dopo infatti le indiscrezioni sulla vita privata del primo ministro, dei suoi festini privati, e delle sue presunte “scappatelle” con giovani ragazze e escort, Veronica Lario aveva annunciato la separazione dal marito e l’apertura di un iter legale con esiti ad oggi assai incerti. Sabato scorso, presso la prefettura di Milano, i due si sono rivisti per una ventina di minuti nel corso dell’udienza di riconciliazione, in cui il giudice Gloria Servetti ha voluto sentire le due parti separatamente  e poi insieme con i rispettivi legali.

Ragioni della disputa – Secondo alcune indiscrezioni, sembra che l’incontro abbia avuto il proprio fulcro su tre questioni di primaria importanza per gli esiti della separazione: la villa di Macherio, le presunte infedeltà della signora Lario, e le cifre mensili che Berlusconi dovrebbe corrispondere all’ex moglie.

La residenza di Macherio, splendida villa del valore di 78 milioni di euro, è sempre stata residenza della coppia e luogo stabile della vita di Veronica durante le assenze del marito; e se mentre in un primo momento la permanenza della Lario nella villa non sembrava in discussione, adesso anche questo è sul tavolo delle trattative. Altra questione spinosa, sono i presunti tradimenti della signora Lario, tradimenti questi che secondo indiscrezioni, sono oggetto di un dossier presentato al giudice dagli avvocati del premier Silvio Berlusconi Ghedini, Ippolita e Rossello. Il dossier mirerebbe a provare l’infedeltà di Veronica, per poter quindi abbassare le richieste economiche della signora. E’ sulle cifre infatti che c’è il massimo disaccordo, se Veronica dal canto suo ha richiesto all’ex marito una cifra pari a 3,5 milioni di euro al mese, gli avvocati di Berlusconi sarebbero disposti a concedere 200 – 300 mila euro mensili. Staremo a vedere come andrà a finire…