L’ennesima storia di degrado che ci arriva dalla capitale della Campania ha come protagonista un senzatetto marocchino di 37 anni, Yussuf Errahali, trovato morto nella fontana di Piazza Cavour, nella zona centrale di Napoli. Il cadavere è stato ritrovato nella mattinata di martedì dai medici del 118, allertati da alcuni passanti. Il clochard era ubriaco ed è stato gettato nella fontana da un gruppo di ragazzi. La gente per la strada ha assistito all’aggressione inerme, senza chiamare la polizia nè soccorrere il poverino, che è stato incapace di tirarsi fuori dalla fontana, asciugarsi e riprendere le forze ed è morto congelato. Alcuni testimoni hanno contattato i volontari dell’ associazione «Il Camper», operatori sociali che prestano soccorso a chi ne ha bisogno durante la notte.  Yussuf non è stato l’unico sfortunato clochard a perdere la vita durante la notte: nelle vicinanze di una stazione della metropolitana è stato ritrovato un altro cadavere, un uomo di 45 anni, anch’egli senza tetto.