Importante intervento in Piemonte a sostegno dei lavoratori che ne corso del 2009 sono rimasti senza occupazione, o finiti in cassa integrazione. La Regione, infatti, ha disposto per i residenti 11,7 milioni di euro, da destinare, più in particolare, a colo che hanno maturato almeno 180 giorni solari di sospensione dal lavoro, vale a dire 129 giorni lavorativi, o in alternativa 1.032 ore di lavoro.

Il provvedimento, nello specifico, riguarderà poi tutta una serie di classi lavoratrici. Basti pensare ai percettori di indennità per mobilità anche in deroga, con il periodo che intercorrente dal 1 gennaio al 31 dicembre 2009 che resta invariato, fino ad arrivare ai percettori di indennità per disoccupazione ordinaria o speciale per l´edilizia nello stesso periodo. Tra i requisiti minimi richiesti ai richiedenti, ai quali arriveranno 2.500, oltre alla residenza in Piemonte, da segnalare la provenienza da un’azienda sita in Piemonte e un indicatore ISEE risalente al 2008 inferiore ai 13.000 euro.