Un nuovo testimone per l’omicidio della povera Sara Scazzi avvalorerebbe la tesi che la ragazzina sarebbe stata uccisa in casa.

Il testimone, un fioraio, avrebbe raccolto la testimonianza di una sua commessa che, passando davanti alla villetta di via Grazia Deledda, ad Avetrana, proprio nei momenti in cui doveva trovarci anche Sara, l’avrebbe vista tentare di scappare dall’appartamento e poi trattenuta da qualcuno che era all’interno.

[sniplet ADSENSE]

La commessa, secondo il fioraio, in questo momento sarebbe all’estero. Lui non ha osato confermare davanti ai giudici una testimonianza che potrebbe essere il risultato di “un sogno” da parte della commessa.

La procura di Taranto sta predisponendo gli atti per interrogare la commessa all’estero e avere la conferma di quanto avrebbe visto quel pomeriggio del 26 agosto in via Deledda.

Se la testimonianza delal commessa sarà confermata, la vicenda dell’omicidio di Sara Scazzi subirà una svolta e anche Cosima Misseri non potrà più essere considerata estranea alla vicenda. (fonte TGcom; foto: gruppo facebook su Sara Scazzi)