Anche oggi sono arrivati i barconi di clandestini a Lampedusa. Dopo i tunisini ora anche eritrei e etiopi si sono avventurati su zattere insicure per attraversare il mare e approdare, senza cibo e senza acqua, sulla spiaggia di Lampedusa. Negli ultimi due mesi sono state superate le 20mila persone sbarcate.

L’isola è oramai allo stremo, nonostante siano stati trasferiti nelle altre zone della Sicilia ci sono più extracomunitari che residenti e non c’è abbastanza cibo  per tutti.

I cittadini di Lampedusa hanno occupato il Municipio e protestano contro gli sbarchi come si vede in questo video pubblicato online sul sito Youreporter.it.

[sniplet ADSENSE]

Si pensa che per domani arriveranno nel porto di Lampedusa 6 navi militari che potranno finalmente svuotare l’isola dagli immigrati che saranno portati in centri di identificazioni per essere rimpatriati, ma in questo momento vi sono a Lampedusa almeno 2mila persone che non potranno essere sfamate perchè sullìisola non c’è cibo a sufficienza per tutti.

Umberto Bossi ha sintetizzato, quando gli è stato chiesto quale soluzione era suggerita dalla Lega Nord per risolvere il problema degli sbarchi di Lampedusa, con una frase in dialetto lombardo “Fora di Ball”, cioè “fuori dalle scatole”.

Tale dichiarazione suggerisce che la Lega Nord farà forza per rimpatriare al più presto i clandestini.