La Francia ha colpito diversi veicoli militari dell’esercito di Gheddafi. In azione anche le navi americane. L’attacco è partito alle 17,45 del 19 marzo 2011.

L’annuncio dell’attacco è stato dato alla fine di un vertice internazionale, ma già durante l’incontro i caccia bombardieri francesi sorvolavano Bengasi.

Il premier Berlusconi ha dichiarato che ha permesso l’uso delle basi italiane. Il ministro Umberto Bossi e gli altri ministri leghisti non sono d’accordo e sostengono la stessa linea della Germania, che è non interventista.

[sniplet ADSENSE]

Il ministro della difesa La Russa invece preme per partecipare attivamente alle operazioni di guerra: ” non faremo gli affittacamere” ha dichiarato qualche ora fa riferendosi al permesso di usare le basi militari in territorio italiano.

Il governo ha avuto la maggioranza nella votazione sulle risoluzioni sulla Libia che comprendevano  questa operazione militare solo perchè sostenuto dalle opposizioni, in particolar modo dall’Udc di Casini. La Lega Nord infatti non ha votato.

Il governo ha assicurato che la Libia non è in possesso di armi in grado di colpire l’Italia. Speriamo che sia vero. (Fonte della foto: @matalyn su flikr)